Il Distico

Notizie in un tweet – commenti in un post

Abusava degli alunni disabili: 16 anni per il maestro pedofilo

(La Nuova) – E’ diventata definitiva la condanna a 16 anni di reclusione nei confronti del trentaduenne maestro di sostegno di Tricarico arrestato il 25 giugno del 2010 con l’accusa di pedofilia e pornografia minorile per aver abusato, costringendoli a farsi fotografare nudi, di due alunni disabili della sua classe di sostegno. Sul suo computer, al termine di un’indagine sotto copertura coordinata dalla polizia postale di Torino, fu scovato un vero e proprio archivio contenente esplicito materiale pedopornografico. La Corte di Cassazione ha confermato i verdetti già emessi nei precedenti gradi di giudizio, rendendo la sentenza di condanna definitiva. Il maestro era stato condannato, sia in primo grado che in appello, a sedici anni di reclusione. L’uomo, inoltre, è stato interdetto in perpetuo dalla professione e dai pubblici uffici. Era solito passare interi pomeriggi davanti al computer, mettendosi in contatto con altri pedofili. In un’occasione, sarebbe addirittura volato in Svizzera per abusare di un bambino, con il consenso del padre, in cambio di 300 euro.
Fonte:
www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/cronaca/3304-caso-materi,-abusava-degli-alunni-disabili-16-anni-per-il-maestro-pedofilo.html

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 luglio 2013 da in Cronaca con tag , , , , , , , , , .

Il Distico on Twitter

Post per argomenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: