Il Distico

Notizie in un tweet – commenti in un post

Matera: Malato e senza lavoro, da 2 anni la sua casa è un’automobile

(La Gazzetta del M.) – FRANCO TORITTO
MATERA – Dopo oltre settecento giorni «Giorno più, giorno meno», dice tra il rassegnato e l’indignato il protagonista di questa storia, continua a vivere in macchina. Una Fiat Tipo bianca resta la sua casa. Eustachio Tarasco, 54 anni, separato, padre di tre figli che vivono con la sua ex moglie, e disoccupato, racconta la sua storia di disperato. La sua base è il rione di Villa Longo dove, peraltro, è nato. Il piazzale della stazione delle Fal è il suo habitat. Eustachio si esprime con chiarezza e con assoluta proprietà di linguaggio. «Non ho perso il senso dell’umorismo, non ho smarrito la dignità e neppure la passione per la pesca. Del resto – aggiunge – in auto ho qualche canna da pesca. Se sarò costretto, le venderò». Gli manca tra le altre cose il rapporto familiare, ma Eustachio si «consola».
«Per fortuna i miei tre figli vengono regolarmente a trovarmi. Per 19 anni sono stato alle dipendenze di una ditta che lavorava per conto dell’Acquedotto. Poi il Comune – ricorda – non ha rinnovato l’appalto e, perciò, tutti a casa. Insomma, dall’ottobre del 2004 sono definitivamente fuori». L’anno scorso Tarasco ha vissuto per alcuni mesi nella struttura della Caritas ad Agna. Ma trattandosi di un centro di prima accoglienza ben presto ha dovuto sloggiare. «Poi, grazie a don Angelo (Tataranni, ndr) ho dormito a spese sue in albergo, all’hotel Cererie». La mamma è morta da un anno, mentre il padre è costretto a vivere in un letto. «La generosità degli abitanti del quartiere fa molto per uno come me. Insomma – continua – per mangiare non ho problemi, poichè chiunque qui a Villa Longo provvede e mi aiuta. Per lavarmi vado a casa di mia sorella, la maggiore. In ogni caso, avendo i suoi problemi, non può ospitar mi». In condizioni così precarie, è scontato che la salute, a dir poco, zoppichi. «Soffro di flebite. Problemi alle gambe. La circolazione del sangue non è affatto delle migliori. I medici mi incitano a dormire come si dovrebbe. Purtroppo – sottolinea – in macchina non è possibile riposare normalmente. Mi hanno pure cambiato i farmaci. Costano parecchio. Meno male che la Croce Rossa mi è vicina. Inoltre soffro di pressione alta. Sono disposto a far tutto, ma le istituzioni non mi sentono». (Continua)
Fonte:
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/basilicata/malato-e-senza-lavoro-da-2-anni-la-sua-casa-e-un-no636616

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 luglio 2013 da in Cronaca con tag , , , , , , , .

Il Distico on Twitter

Post per argomenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: