Il Distico

Notizie in un tweet – commenti in un post

A Potenza il ”Giardino in movimento” per restituire il ponte Musmeci alla citta’

(C. Stampa) – Un percorso di progettazione partecipata che tiene insieme la città e il suo monumento “simbolo”, il ponte Musmeci: è il lavoro che sta facendo un gruppo di cittadini (professionisti rigorosamente volontari) che hanno come obiettivo quello di restituire al capoluogo lucano uno spazio pubblico, oggi abbandonato, ma con enormi potenzialità.
“Il giardino in movimento” è il nome del progetto che è stato presentato a Potenza, nella sede dello studio Wop (professionisti del settore della progettazione e del paesaggio), uno dei coordinatori del percorso.
Il progetto è stato avviato da Wop, l’associazione Basilicata 1799 e il Nur (un gruppo che si occupa di progettazione partecipata). A fine giugno è stato realizzato un workshop gratuito a cui hanno partecipato decine di professionisti (ingegneri, architetti, agronomi, scienziati forestali e botanici), che hanno insieme progettato vari modi di rivitalizzare l’area verde al di sotto del ponte Musmeci. Uno spazio, quello “affrontato” durante il seminario, che è stato analizzato nei dettagli: la vegetazione è stata catalogata con l’idea che il “verde” deve crescere in modo naturale, seguendo l’alternarsi delle stagioni. E’ questa, in pratica, la filosofia del “giardino in movimento”: anche quelle comunemente definite “erbacce” sono parte integrante dello spazio. E cercare, così, di fare quanto più possibile “con” e non “contro”.
I progetti nati durante il workshop puntano a rendere più accogliente quell’area con delle installazioni, ma sempre a impatto minimo. I progetti sono pubblicati in rete sulla pagina Facebook “Il giardino in movimento”: lì i cittadini sono invitati a esprimere un qualunque parere e a partecipare alle iniziative. Il 17 e il 18 luglio i progetti modificati secondo le indicazioni della città saranno realizzati nell’area.
“Questo percorso – ha detto il responsabile di Basilicata 1799, Francesco Scaringi –ci permette di continuare il lavoro che da anni facciamo per riportare sotto i riflettori la maestosità del ponte Musmeci”. Secondo uno dei componenti di Wop, Antonio Graziadei “è stato interessante vedere come durante la progettazione partecipata del giardino proprio il ponte in quanto monumento diventasse elemento fondamentale di ogni idea e della relazione con la città”. Sara Bellarosa, del Nur, ha infine spiegato il percorso di partecipazione: “Quello che è importante è continuare a coinvolgere la città che con i ragazzi che hanno avviato la progettazione deve essere protagonista di uno spazio pubblico”. I progetti sono pubblicati sulla pagina Facebook dell’iniziativa.

image

Annunci

Un commento su “A Potenza il ”Giardino in movimento” per restituire il ponte Musmeci alla citta’

  1. Pingback: Il ponte Musmeci e il “giardino in movimento” | Gianvito Scaringi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 luglio 2013 da in Eventi con tag , , , , , .

Il Distico on Twitter

Post per argomenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: