Il Distico

Notizie in un tweet – commenti in un post

Regionali. Rischio flop, corsa al Palazzo: servono 20mila voti per un “consigliere”

POTENZA- Confusione a confusione. Tra qualche mese, quando faremo riascoltare le critiche e frecciate che si scambiano oggi i politici o aspiranti tali, in molti arrossiranno.

La sensazione che in un momento di scelte, con partiti che traballano e uomini in bilico, tentare di fare sintesi è una impresa. Così vediamo dirigente del Pdl che hanno nel mirino i propri leader. Colonnelli del Pd che sono pronti alla guerra a patto di scontrarsi con “compagni” e “amici”. Partiti che si clonano e doppiano. Chiedete ai socialisti e all’Udc, ma anche alla Sel e agli stessi Verdi. Il consigliere regionale Psi, Rocco Vita, lavora in opposizione al suo segretario regionale Valvano. Nell’Udc esistono tante anime quanti dirigenti, così assistiamo a un gruppo consiliare (Falotico, Mancusi e Mollica) ormai sfilacciato rispetto agi ex segretari e presidenti (Fierro, Buoncristiano e Sacco). In Sinistra ecologia e Libertà i parlamentari Placido e Barozzino nulla hanno a che vedere con il consigliere regionale Romaniello e l’assessore provinciale materano Rondinone. Lo stesso partito dei Verdi ha subito una scissione: il presidente Di Dio ha deciso di seguire Ingroia in Azione Civile e lasciare il sole che ride di Mussuto. Possiamo continuare: l’Idv si è frantumata in mille pezzi. Oltre al partito ufficiale di Di Pietro che consta di Rosa Mastrosimione, Rosa Canitano e forse di Antonio Autilio, c’è il Movimento 139 del sen. Belisario, ma anche il Libero Movimento di Lamboglia e Di Ciommo. Un’altra parte è transitata nel Centro Democratico di Benedetto e Mazzocco. Sorvoliamo sulle sigle nate dalle ceneri dell’ex Pci e dell’ex Dc. Restano i tanti centristi che in consiglio regionale si trovano nel gruppo misto. E se occorreranno tra i 15 e i 20mila voti per eleggere un consigliere regionale, ecco che la paura fa novanta. Serviranno aggregazioni ampie e “cessione di sovranità” tra associazioni, movimenti e partiti. Pensare di condurre battaglie isolate sarebbe come certificare in anticipo la propria sconfitta.
FONTE:
http://www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/politica/3103-rischio-flop,-corsa-al-palazzo-servono-20mila-voti-per-un-consigliere.html

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 giugno 2013 da in Politica.
giugno: 2013
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Il Distico on Twitter

Post per argomenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: