Il Distico

Notizie in un tweet – commenti in un post

A Villa d’Agri un caso di inefficienza di Poste Italiane

Poste Italiane non ci ha abituati solo a disservizi di ogni genere (si pensi alla card carburante che tanti lucani devono ancora ricevere o ai numerosi casi di errore anagrafico dei titolari con la conseguenza che –commenta Filippo Massaro, presidente del Csail-Indignati Lucani – non è possibile utilizzarla, situazioni che suonano di beffa per i residenti nella terra del petrolio) oltre alla riduzione degli orari di funzionamento di sportelli e al taglio di personale .

A Villa d’Agri c’è un caso emblematico di disinteresse più vergognoso da parte degli irresponsabili dirigenti delle Poste. Esso riguarda – continua Massaro – il servizio postapay (bancomat). Il luogo in cui è stato posizionato è infelice – con l’esposizione al sole che illumina ininterrottamente lo schermo video per eseguire le operazioni che vengono completamente ostacolate. Gli utenti – giovani, meno giovani e anziani –sono costretti a rinunciare per il lungo tempo che perdono sperando di poter vedere e leggere onde poter eseguire agevolmente le varie e indispensabili operazioni . Si registrano lunghe file di cittadini davanti al bancomat presso l’ufficio postale con gli utenti che hanno escogitato il sistema di portare ombrelli con se, malgrado il sole cocente, per oscurare con l’ombra lo schermo incandescente. Da circa cinque anni continua questa ridicola, stucchevole e dannosa “anomalia” con tanti disagi per gli utenti del bancomat-PosteItaliane .

Nel periodo invernale – spiega Massaro – gli utenti di postapay sono nuovamente costretti eseguire le operazioni portando con se gli ombrelli questa volta per ripararsi dalla pioggia o dalla neve . L’apparecchio non è protetto, come dovrebbe, da una semplice visiera di materiale idoneo, come accade per tutti i bancomat delle banche per consentire ai cittadini eseguire le operazioni con facilità, nel più breve tempo e nel rispetto della privacy .

Una questione di facilissima soluzione – conclude Massaro – se solo i manager dei servizi postali volessero rispondere alla tante e ripetute segnalazioni degli utenti, mentre anche dai piccoli disservizi si comprende il vergognoso atteggiamento monopolista e pertanto arrogante di Poste Italiane .

Filippo Massaro, Csail – Indignati Lucani

FONTE:
http://www.sarconiweb.it/gazzettavaldagri/2013/06/18/a-villa-dagri-un-caso-di-inefficienza-di-poste-italiane/

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 giugno 2013 da in Cronaca con tag , , .
giugno: 2013
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Il Distico on Twitter

Post per argomenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: